Loading
VITERBO

IL PALAZZO PAPALE

Il Palazzo dei Papi di Viterbo è, insieme al Duomo, il più importante monumento storico della città. (1254). Viterbo è stata sede papale dal 1257 al 1281. Papa Alessandro IV decise nel 1257 il trasferimento della sede Papale nella città a causa del clima ostile presente a Roma. Qui si svolse il primo Conclave della storia. Infatti il nome “Conclave” fu coniato dopo che i cardinali, riuniti invano a Viterbo per eleggere il nuovo Papa, furono letteralmente chiusi a chiave nel grande salone dal capitano del popolo, affinchè arrivassero presto alla elezione del nuovo pontefice. Fu così che si giunse alla elezione di Papa Gregorio X.

VITERBO

QUARTIERE MEDIEVALE DI S.PELLEGRINO

Il quartiere di San Pellegrino a Viterbo è uno dei siti medioevali più belli e ben conservati d’Italia. Vicoli in selciato che si diramano tra basse case antiche, torri, colonne ed archi, dove tutto è rimasto come un tempo, tanto far sembrare di essere nel mezzo di un set cinematografico.

VITERBO E LA TUSCIA

VILLA LANTE A BAGNAIA (10 MIN.)

Villa Lante è uno dei più bei parchi del Rinascimento ed una delle perle della nostra terra di Tuscia. Solamente lo splendido giardino all’italiana, visto da vicino oppure dalla balaustra della fontana dei Giganti, vale la visita. Dall’alto la vista d’occhio è impressionante incrociando le precise geometrie del giardino con al centro la fontana dei Quattro Mori.

VITERBO E LA TUSCIA

PARCO DEI MOSTRI DI BOMARZO (20 MIN.)

Lo volle il principe Pier Francesco Orsini detto Vicino “sol per sfogare il core”. Lo ideò quel grande architetto che fu Pirro Ligorio, colui che dopo la morte di Michelangelo fu chiamato a lavorare in San Pietro. Senza che l’Orsini ed il Ligorio se lo immaginassero ne uscì un capolavoro che dura nel tempo, e che la fantasia popolare ribattezzò come PARCO DEI MOSTRI. Entrando in questo luogo, sarete accolti dai versi incisi sotto le due Sfingi.

VITERBO E LA TUSCIA

PALAZZO FARNESE DI CAPRAROLA (25 MIN.)

Jacopo Barozzi detto il Vignola apportò evidenti cambiamenti al progetto originario del Sangallo: da fortezza il palazzo venne trasformato in residenza di nobile rappresentanza pur nella salvaguardia e valorizzazione dell’impianto originario sangallesco. Erano evidentemente cambiate in maniera profonda le esigenze dei Farnese inclini ora a rappresentare l’immagine di una Famiglia all’apice della propria potenza ...

VITERBO E LA TUSCIA

TARQUINIA - NECROPOLI ETRUSCA E MUSEO NAZIONALE ETRUSCO (30 MIN.)

La Tarquinia etrusca esercita un fascino particolare nel pur vasto panorama delle testimonianze rimaste dell’antico popolo tirrenico. Salvo rare eccezioni (Chiusi, Cerveteri, Vulci), soltanto a Tarquinia sono state rinvenute, in numero così cospicuo, tombe ...

VITERBO E LA TUSCIA

CIVITA DI BAGNOREGIO (30 MIN.)

Il meraviglioso Borgo di Civita di Bagnoregio è senz'altro una delle mete da non perdere del territorio. La cosiddetta Città che muore, un antico paesino costruito su di un alto colle in pietra tufacea che nel tempo ha subito continue erosioni. Ma proprio questa sua fragilità la rende unica e preziosa. Collegata al resto del mondo da un ponte lungo e stretto, vi si può accedere soltanto a piedi. Nel borgo quindi non esistono né auto né altri mezzi di locomozione. Sono ormai soltanto 10 i residenti, ma sono oltre 800.000 i visitatori entusiasti che ogni anno godono di questo spettacolo del nostro territorio.

VITERBO E LA TUSCIA

LAGO DI BOLSENA (25 MIN.)

Il lago di Bolsena, con i suoi 115 km² di ampiezza, è il più esteso bacino vulcanico d’Italia. Circondato in buona parte dalla catena dei monti Vulsini, il lago assume un aspetto a volte pittoresco, a volte suggestivo. La storia del lago e delle popolazioni che lo hanno vissuto succedendosi nel corso della storia hanno un patrimonio archeologico, storico e leggendario che inevitabilmente affascina chi vi si cimenta.